FAMIGLIA PIAGGIO

Image module

NAVIGAZIONE GENERALE ITALIANA
LLOYD ITALIANO
SOCIETÀ LIGURE DI ARMAMENTO
NAVIGAZIONE ALTA ITALIA
COMPAGNIA SICILIANA DI ARMAMENTO
NAVIGAZIONE 4 VENTI

FAMIGLIA PIAGGIO

Erasmo Piaggio, anno 1845, era nipote dell’omonimo Piaggio pioniere dell’armamento genovese.

Fu tra i primi a intuire l’importanza della navigazione a vapore per le rotte transoceaniche e modernizzò i servizi passeggeri, con la costruzione di piroscafi che fecero epoca, come Umberto I e il Regina Margherita.
Nel 1885, cedute le proprie navi alla Navigazione generale italiana, ne assunse la direzione e le diede nuovo impulso. Nel 1904 lasciò la NGI per creare il Lloyd italiano.

Piaggio diversificò i propri investimenti: fondò la compagnia di assicurazioni Italia, la Banca di Genova, la Società esercizio bacini, che sotto la sua guida costruì il cantiere navale di Riva Trigoso.
Tra le sue imprese di maggior successo vi fu il controllo della società Navigazione Alta Italia, che dagli inizi del secolo gestiva con successo la linea La Creola per il commercio di cotone dal Golfo del Messico.

Image module
Image module
Image module
Image module

REGINA MARGHERITA

Il Piroscafo REGINA MARGHERITA è uno dei primi piroscafi ad effettuare viaggi regolari con il Sud-America trasportando migliaia di italiani durante gli anni della grande emigrazione

  • Rocco Piaggio & Figli
  • 1884
  • Archibald McMillan & Son, Dumbarton – Scotland
  • 120,7 mt
  • 12,8 mt
  • 3796 tls
  • 15 nodi

Il Piroscafo Regina Margherita, ammiraglia della flotta Piaggio, è uno dei primi piroscafi ad effettuare viaggi regolari con il Sud-America trasportando migliaia di italiani durante gli anni della grande emigrazione. Dopo il terremoto di Messina del 1908 viene impiegata per portare i primi soccorsi. Nel 1911 durante la guerra italo-turca viene  requisita dalla Regia Marina e trasformata in nave ospedale per il trasporto in patria degli italiani feriti. La nave venne riconsegnata alla compagnia il 27 febbraio 1912 ma un anno dopo a causa di una via d’acqua durante i lavori nel porto di Genova si ingavonava affondando.